Mamma voglio aprire un blog: le cose da sapere

Mamma ho cambiato idea, “Voglio aprire un blog”.
Ecco, allora ti consiglio di leggere questo elenco con le 5 cose che devi sapere prima di aprirlo, compresi i costi!

Ciao, oggi ho pensato di parlarti di una delle domande più gettonate che ricevo, ovvero il “voglio aprire un blog ma non so come fare, hai dei consigli?“.
In generale cerco sempre di dare consigli e suggerimenti a tutti ma, mi rendo conto che spesso, un argomento del genere non può essere spiegato velocemente. Proprio per questo mi sono detta “Gaia scrivi una volta per tutte!“.
Prima di partire ci tengo a dirti che ti parlo queste cose perchè da 4 anni faccio questo tutti i santi giorni (se vuoi approfondire sul chi sono e cosa faccio puoi cliccare QUI) e se non hai ancora letto “mamma voglio fare l’influencer” sei una brutta persona.

Qui ti riassumo gli argomenti, i prezzi, dove, quando e perchè! Se vuoi leggere tutto scorri normalmente, altrimenti clicca sull’argomento che più ti interessa.

  1. Stabilisci i tuoi obiettivi
  2. Scegli la piattaforma
  3. Scegli il dominio e l’hosting
  4. Scegli il template
  5. Costi

1_ Stabilisci i tuoi obiettivi

Non voglio spaventarti ma gestire un blog non è semplice, ancora meno crearlo e saperlo indicizzare. Considera che in una agenzia per la creazione di un blog (ovviamente dipende da budget, “brand”, etc.) potresti trovare: una persona che sviluppa il blog, una persona che pensa alla grafica, una persona che indicizza il tutto e una persona che studia un piano editoriale.
Ecco riassunta in modo “brutto” lo scenario potrebbe essere così, come potrebbe essere ancora più grande o come potrebbe essere ridotto ad una persona. In ogni caso si tratta di un lavoro!

ORA LA CARAMELLA.
Ipotizziamo che tu sappia “smanacciare” o che tu conosca qualcuno che potrebbe darti una mano, le domande a cui devi risponderti potrebbero essere:

  • Perchè voglio avere un blog?
  • Quali sono i miei obiettivi?
  • Quanti articoli riuscirò a creare al mese?
  • Di cosa parlerò?
  • Cosa mi aspetto?

Ci sono vari motivi per cui vorresti avere un blog, magari sei solo molto egocentrico e ami parlare di te stesso, ma potresti anche avere una necessità di aiutare altre persone, o anche solo scrivere quello che tu in primis cerchi; magari vorresti scrivere per qualche giornale, per qualche blog o vorresti anche solo migliorare il tuo CV. Ovviamente ci sono mille opzioni e sono assolutamente tutte più che valide.

UNA PRECISAZIONE.
Se ti fa stare bene, se a te convince, se tu senti questa esigenza fallo.
Non partire con l’idea di “diventare ricco”, è il primo modo per fallire, quindi vai oltre, anche perchè i blog che guadagnano sono altri!

voglio-aprire-un-blog-le-cose-da-sapere-pic-by-matthew-t-rader
Credit Matthew t Rader

2_ Voglio aprire un blog: Scegli la piattaforma

… magari ora potrai pensare “e che cos’è la piattaforma?!“.
#benemanonbenissimo
Partiamo dalle basi, te lo spiegherò da bionda, così non potrai non capirmi!
Ci sono vari modi per sviluppare un blog/sito. Potresti scegliere di farlo col codice, tipo HTML e CSS (dimenticalo, è troppo per noi bionde) o di utilizzare “piattaforme” professionali.
Senza ombra di dubbio la soluzione migliore è WordPress.org.
Online troverai tantissime soluzioni veloci, totalmente free (o comunque molto cheap), facili, che te le presentano come la soluzione della vita. Se posso darti un consiglio evitale.
WordPress.org è:

  • Gratuito, esatto anche questo è gratis;
  • Facile da usare, forse all’inizio è un po’ difficile, ma dopo poco ci si prende la mano;
  • Puoi farci di tutto, se conosci il codice puoi modificarlo con estrema facilità perchè è completamente personalizzabile;
  • Viene utilizzato anche da brand/magazine molto conosciuti;

3_ Scegli il dominio e l’hosting

Se già su “piattaforma” eri in difficoltà e con HTML ti è spuntato un brufolo ecco da ora in poi non voglio più essere consapevole di quello che ti accadrà!

IL DOMINIO.

In poche parole: tutto quello che si trova dopo il “www. ……“. Vedilo come il tuo indirizzo di casa, per trovarti dovranno digitare quello.
ATTENZIONE: prima di continuare ci tengo ad informati che molte di quelle piattaforme “non professionali” offrono quasi sempre un dominio gratuito che, però, all’interno contengono non solo il nome che vorresti avere ma anche il nome della piattaforma su cui ti appoggi. EVITALI, SCAPPA, come faresti dal peggior parrucchiere.
.it , .com , .eu e via dicendo, non hanno così tanta importanza per quello che dovrai fare ma, ovviamente, se punti a diventare la bionda più famosa del globo, ecco a quel punto dovrebbe interessarti un .com.
Se il dominio che ti interessa è già occupato, ecco, cambia completamente perchè altri stanno già facendo la tua cosa.
COME VEDERLO? Il modo più semplice è usare direttamente Google, ma potrai vederlo anche in fase di registrazione.

HOSTING.

Come una brava maestra d’asilo potrebbe dire “Abbiamo l’indirizzo di casa, ora dobbiamo avere anche una casa“.
Ecco l’hosting è la casa del tuo dominio infatti, come potrai immaginare, si possono acquistare nello stesso posto.
Un hosting vale l’altro? NO! Continuando sul filone della casa, ci sono vari tipi di case che puoi scegliere. Allo stesso modo esistono hosting con prestazioni migliori, con un assistenza migliore e più “grandi“.
Sicuramente avrai sentito qualcuno dire “sono entrate troppe persone nel sito e il sito è andato in down”. Ecco se hai un buon hosting questo non accadrà.

COSA USO IO?

Io sono partita con il piano StartUp di Siteground che costa, per il primo anno, € 3,95 al mese.
Siteground, con questo piano, supporta massimo 10.000 utenti mese, assistenza 24/7 e chi più ne ha più ne metta.
Ovviamente per iniziare è super favorevole perchè è un investimento contenuto e se gli utenti aumenteranno potrai fare tranquillamente l’upgrade.
A mio avviso tra Aruba e Siteground è molto meglio Siteground (l’assistenza è top e ti risolvono tutto senza problemi).
Incluso nel prezzo c’è anche il dominio. QUINDI TOP! Ti lascio QUI il link per approfondire su Siteground!

voglio-aprire-un-blog-le-informazioni-pic-by-jae
Credit Jae

4_ Voglio aprire un blog: Scegli il template

Ok questo è semplicissimo! Il template è lo site, l’impostazione, la grafica, che vuoi dare al tuo sito/blog/portfolio.
La ricerca verrà fatta esattamente inserendo all’interno del sito, che ora ti darò, cosa vuoi fare. Ipotizziamo che tu voglia fare un portfolio cercherai “portfolio”.
TIPS: solitamente non scelgo mai (né per me né per clienti) template sotto i 40,00 $ perchè, di solito, hanno funzioni in meno e hanno un codice peggiore (il tuo sitò sarà molto lento). In più mi assicuro che nei filtri ci sia “Visual Composer“, sarà il tuo BFF e se fossi alle prime armi non vorrei mai acquistare un template che non lo comprende!
Per i template uso sempre uno ed un solo sito, te lo lascio QUI!
P.S. il template poi lo importerai ovviamente nella piattaforma che hai scelto (wordpres.org ovviamente!).

5_ Costi

Per fare l’albero, ci vuole un seme e “se voglio aprire un blog” sappi che il primo anno spenderai:

  • almeno € 3,95 al mese di dominio+hosting
  • intorno ai € 50,00 per un bel template
  • tante imprecazioni
  • tanto, tantissimo tempo.

Ok ora spero di non aver traumatizzato nessuno ma, anzi, spero di averti reso più “consapevole” di quello a cui stai andando incontro!

Babbo Natale ovviamente esiste, il mondo è un posto magico e bellissimo, però fare e gestire un blog non è un gioco da ragazzi!

Vorrei continuare questo filone di articoli, così se sei pronta e interessata a creare il tuo blog, sito, portfolio, o qualunque cosa vorresti fare, posso darti delle dritte in più superata questa prima fase di “coscienza”.

A presto

Gaia

Gaia Azzolini

Curiosa, solare e chiaccherona. Qui troverai tutto sulla mia vita e sulle mie passioni. Amo condividere. Solo così posso conoscere nuove persone che hanno le mie stesse passioni.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.