Come vivere i social in modo sano: i numeri

copertina vivere i social in modo sano simplymegaia

Non sappiamo vivere i social in modo sano, molti sono dipendenti ed ossessionati dai numeri.

Mi piacerebbe fare una serie di articoli per aiutarti a viverli “easy”.
Oggi parliamo di numeri, in particolare di like e follower.

– dopo una prima conoscenza positiva –

TU: “Dai teniamoci in contatto, ti aggiungo su Instagram; come ti chiami?”
IO: (qualche minuto di panico) “simplymegaia
… (un attimo di silenzio)
TU: “Ma sei tu? Wow ma quanti follower hai? Come mai? Cosa fai? Anche io voglio!!!”

Non sono mai stata una ragazza che ama mettersi al centro dell’attenzione, quando mi ci trovo non provo delle belle sensazioni, mi sento soffocare, un po’ come nei vecchi jeans nei quali non entro più.

Per anni, durante l’adolescenza, ho cercato di nascondermi.
Non vorrei che tu ora possa fraintendere le mie parole, ho vissuto un’adolescenza normalissima, ho conosciuto persone, ho fatto le mie esperienza (ognuno decide che tipo di esperienze fare, non esiste un livello da “sbloccare” purtroppo) e ho avuto a che fare con persone poco intelligenti o forse poco educate.

Probabilmente un po’ la mia timidezza (che ho sempre tentato di nascondere) e un po’ la mia poca autostima non hanno aiutato.

È da una decina di anni che pensavo a fare un mio profilo, un mio blog, insomma un mio spazio ed è da soli 3 anni che tutto è reale.

Non è stato semplice, ho sempre avuto paura di “cosa gli altri potessero pensare” di “come gli altri potessero percepirmi” di non riuscire a “farmi conoscere per chi sono realmente”. Insomma ho sempre avuto un sacco di paranoie.

Avevo già affrontato il tema dell’approvazione sociale qui sul blog tempo fa, questo tema è ricorrente (te lo lascio qui se non lo hai ancora letto).

A un certo punto decido che “chissenefrega” degli altri, non avrei fatto nulla di male.

vivere i social in modo sano simplymegaia tastiera mac

Apro simplymegaia.

Chiudo Gaia Azzolini e i poco più di 3000 follower che avevo spariscono con quel mio vecchio profilo.

In realtà per quasi un anno ho avuto due profili. Non volevo che le persone sapessero di simplymegaia.

Ad un certo punto mi ritrovo simplymegaia con 10k e Gaia Azzolini inattivo. Per una strana coincidenza devo dare il mio nick nel posto in cui mi allenavo da poco.

PANICO.

“Che profilo do?“

Ma che cavolo perchè imbarazzarsi di un qualcosa di così stupido?

Parliamoci chiamo 10k di follower non sono nulla, come non sono nulla 20/30/50k di follower e come non sono nulla 100k. La cosa realmente importante è chi sei tu.
Perchè non vivere i social in modo sano, perchè dare così valore ad un numero, perché stupirsi di un numero prima ancora di capire perché questo numero esiste?

Pur lavorandoci (non con simplymegaia ma in una vera agenzia) non vivo benissimo i social – motivo per il quale ogni tanto sparisco – perchè tendo a dare un’importanza sbagliata ai numeri.

Quando questo accade mi fermo. Faccio un passo indietro, mi “reimposto” e riparto.

Attenzione non sto dicendo che i numeri non contano. In termini lavorativi contano eccome, ma il problema è quando la cosa che stai facendo non ti dà da vivere, quindi è più una “passione”, ma allo stesso tempo non ti rende serena.
Diventare ossessionati dai numeri non è “vivere i social in modo sano”.
Quando fai tutto con il solo scopo di vedere un numerino in più.

Questa è una situazione tossica e sappi che il numero in più non ti renderà una persona migliore.

vivere i social in modo sano simplymegaia zero like

Prova a focalizzarti sulla tua persona, sul farti conoscere davvero, sul condividere i tuoi pensieri. Le persone lo apprezzeranno e impareranno a conoscerti.
Non possiamo piacere a tutti e, forse, mano a mano che otterremo più consensi inizieremo anche a ricevere grosse critiche.

Ma sai cosa? CHISSENEFREGA! Ma sul serio.

Io non mi sento rappresentata dai miei insight, io sono molto di più. Quei “due numeri” che posso condividerti sono solo dei numeri sulla base di un qualcosa di mio che ho voluto condividere, ma non sono io realmente!

Questo, secondo me, è un buon punto di partenza per vivere i social in modo sano.

Pensa inizialmente non volevo parlare del mio lavoro, sarei entrata più nel profondo, simplmegaia avrebbe parlato davvero di me e non solo di “che belli i viaggi, i trucchi ed i vestiti” (pensieri facilmente condivisibili).

I numeri potranno variare, Instagram potrà sparire, ma l’unica cosa che conta è la considerazione che ho io di me stessa.

Ho imparato a mettermi in gioco, ho imparato ad essere “al centro dell’attenzione”, ho imparato ad esprimere concetti in poco tempo mentre mi guardavo in uno schermo grosso quanto la mia mano. Ho imparato foto dopo foto, video dopo vide, a conoscermi, trovare 1000 difetti + 1 e ho provato a non dargli importanza.

Quindi sì simplymegaia sono io, ho qualche persona che mi segue e se ti va di farlo sei la benvenuta ma sappi che adoro rispondere ad ogni singolo messaggio, quindi mi aspetto anche il tuo!

Tutto questo per raccontarti di quanto le cose possono migliorare, basta solo lavorarci. Non è facile, non è immediato e forse non lo sarà mai. Molte volte ancora mi imbarazzo quando mi chiedono o fanno riferimenti al mio profilo, vorrei solo essere Gaia, non vorrei che per gli altri fosse così importante.

In ogni caso ho la consapevolezza di essere un pochino “meno timida” di prima.
– probabilmente non lo avresti mai detto neanche anni fa eppure sì lo sono sempre stata, ed anche molto –

Ah alla fine quella volta (quando dovevo dare un nick) diedi simplymegaia e da quel momento le cose non diventarono più semplici però come ti racconto nell’articolo “quando diventerai grande” si cambia!

Spero che anche tu possa vivere i social in modo sano e se hai altri consigli o vuoi condividermi il tuo pensiero sai dove trovarmi!

A presto ❤️

Ancora nessun commento

Commenta

La tua email non sarà pubblicata.

RICEVI TIPS, SUGGERIMENTI, CONSIGLI E CONTENUTI ESCLUSIVI ISCRIVENDOTI GRATUITAMENTE ALLA MIA NEWSLETTER. CLICCA QUI PER ISCRIVERTI.

© Copyright 2017-2020 Simply Me Gaia